Che cos’è il digiuno intermittente

digiuno-intermittente

Viviamo in una dimensione socio-culturale in cui la cura dell’aspetto estetico e la ricerca di una migliore condizione atletica tende a coincidere con la vera essenza della persona, coinvolgendo individui di ogni genere ed età; la ricerca della perfezione e della realizzazione del sé di antica concezione filosofica non ha mai cessato di esistere nell’animo umano, questo ha portato risultati concreti apprezzabili derivanti dall’analisi combinata di studi scientifici sull’organismo umano applicati alle tecnologie della nutrizione.

Una delle nuove tendenze per quanto riguarda dieta e dimagramento è il cosiddetto digiuno intermittente.

Funzionamento

Il digiuno intermittente rappresenta il nuovo modo di concepire il trattamento dietetico, in cui chi vi si sottopone deve osservare una massiccia alternanza di pasti consumati regolarmente a periodi di completa astensione dal cibo per bilanciare positivamente l’apporto calorico, influenzare positivamente il metabolismo ormonale finalizzato ad un dimagrimento veloce.

La giornata si scinde in due momenti:

– Una prima fase di digiuno – chiamata fase fast – che può durare dalle dodici alle venti ore in cui è assolutamente vietato assumere alcun tipo di cibo con le dovute eccezioni per i liquidi: acqua, tè, caffè amaro ed altre bevande senza l’aggiunta di zuccheri;

– Una seconda fase di assunzione regolare dei pasti, definita fed.

Approccio al digiuno intermittente: 5 diverse teorie

La scelta sull’applicazione del nuovo regime alimentare a digiuno intermittente dipende dallo stato di salute di chi vi si sottopone, dalla sua forza di volontà e dai risultati che intende raggiungere; in linea di massima vale la diretta proporzionalità del binomio approccio estremo e migliore risultato finale.

Ecco le diverse teorie:

–          Leangains: consiste nel seguire lo schema 16/8, ovvero concentrare la fase fed in 8 ore dove è possibile consumare 2-3 pasti, seguiti da 16 ore di digiuno completo.

–          Warrior Diet: altra metodologia piuttosto soft, in cui la fase fed dura 4 ore durante il periodo in cui abitualmente si osserva la cena, dov’è possibile assumere qualsiasi tipo di alimento senza alcuna restrizione calorica; è possibile associare a tale finestra oraria degli spuntini a base di verdure e frutta secca.

–          Dieta Fast: lo schema è 5/2, in cui è possibile mangiare in modo regolare 5 giorni  a settimana con restrizione calorica nei 2 giorni rimanenti;

–          Eat Stop Eat: prevede un digiuno completo di 24 ore, da ripetere una o due volte a settimana; qualora l’individuo avesse evidenti necessità nutrizionali, è possibile seguire una dieta normocalorica nella giornata fast.

–          Whole day fasting: come suggeriscono gli stessi vocaboli inglesi, è una metodologia molto stingente in cui si osservano uno o due giorni di completo digiuno e, a differenza dell’Eat Stop Eat, in questo caso il digiuno è assoluto, non è previsto il subentro di una dieta normocalorica nei giorni fast.

Benefici

I principali benefit derivanti dall’applicazione del digiuno intermittente riguardano l’accelerazione del metabolismo ed alla conseguente diminuzione di peso, senza considerare che tale trattamento comporta contestualmente una maggiore resistenza al cancro e malattie cardiovascolari: infatti il concetto stesso di intermittenza comporta il mancato utilizzo degli zuccheri come principale fonte energetica, focalizzando l’attenzione del nostro organismo sui grassi. Non attingere dagli zuccheri induce l’abbassamento di insulina responsabile di malattie, tra cui quelle sopra citate. Il digiuno intermittente al contempo permette di rallentare il processo di invecchiamento grazie alla produzione dell’ormone della crescita, abbassa il livello dei trigliceridi regolarizzando l’attività intestinale senza che si incorra in un dimagrimento con “effetto yo-yo”.

Se ti è piaciuto questo approfondimento leggi anche il nostro articolo sulla dieta della Luna.

loading...
loading...
Si parla di:
Categoria:
Scritto da
Scritto il:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *