Dieta della Luna: dieta a base di Frutta e Succhi

Fonte: Nivis-Regnum.com

Fare qualche giorno di dieta a base di frutta e succhi come mini-cura disintossicante e depurativa per il sangue è un’ottima cosa, specie in prossimità del novilunio e del plenilunio come descritto nella sezione Benefici delle Luna.

Regole generali per questa dieta.

Il momento migliore: nei giorni dei frutti di ariete, leone e sagittario.
Si può fare: in generale poco prima del novilunio e del plenilunio.

Consigli particolari: comprate solo frutta che profumi! Una caratteristica di quella trattata proveniente dall’industria agraria è che non ha più profumo, mentre le mele biologiche, per esempio, conservano intatto il loro.

I supermarket offrono a volte anche dieci tipi di mele diversi, ma nessuno di questi profuma!

Per prima cosa i succhi di frutta, così come il latte, sono cibi e non bevande! Per fare questa dieta sarebbe quindi buona regola usare frutta e verdure intere e non in succo. Il frutto nella sua interezza è molto più prezioso del solo succo, anche se quest’ultimo è sicuramente più comodo e va tenuto come ultima carta se proprio state per rinunciare alla dieta.

Cercate di osservare quale tipo di frutta e di succo sopportate meglio e regolatevi di conseguenza, soprattutto per quanto riguarda il diverso effetto della frutta con semi e di quella con il nocciolo.

Cercate di capire anche se tollerate meglio la frutta cruda o quella cotta: molte persone reagiscono a quella cruda con gonfiori di pancia, impurità della pelle, arrossamenti, pruriti alla testa, bruciori ai piedi etc. Sarebbe un grosso errore rinunciare alla frutta per queste reazioni: quella cotta è comunque meglio di ente.

Se non sopportate la frutta fresca evitate di ricorrere a vitamine in pillole o a conserve di frutta comprate, che non possiedono più la benché minima energia vitale. Invece le conserve fatte in casa senza conservanti sono meravigliose: l’ideale sarebbe farle sempre nei giorni dei frutti (ariete, leone, sagittario). Tutte queste osservazioni sono molto importanti al fine di costruirvi una sana alimentazione su misura.

Per scegliere la frutta: tutto quello che cresce nelle vicinanze è sano. Una mela che proviene dalla vostra zona contiene molta più vitamina C di qualsiasi limone, poiché si perdono quasi tutte quasi tutte le vitamine dopo la raccolta.

Alcuni spunti.

Se per esempio mangiate regolarmente crauti o bevete succo di crauti i virus dell’influenza avranno i loro problemi perché i crauti sono molto meglio dei limoni in questo senso. Inoltre il loro succo è indicato per rimettere in moto gradualmente un intestino addormentato. I crauti erano un tempo tra i rimedi naturali più diffusi e naturali contro i raffreddori invernali e le carenze da vitamina C. In inverno, come misura preventiva, si mangiava almeno un cucchiaio di crauti crudi al giorno. Per i bambini si possono rendere più gradevoli per esempio con frutti dolci, nocciole e panna.

Le carote ed il succo di carote andrebbero sempre presi con un pochino d’olio, altrimenti la vitamina F in esse contenuta è inutile poiché l’organismo può sfruttarla solo in combinazione con i grassi.

E’ meglio fare un uso mirato dei prodotti esotici: l’ananas per esempio è utile per il drenaggio dei liquidi, ma ricco di fruttosio e non va bene per tutti.

loading...
loading...
Si parla di:
Categoria:
Scritto da
Scritto il:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *